decadenze

sonnecchiano trepide tenendosi per mano,
tornelli e ritornelli non fanno mai una piega
guardano avanti ripensando forse altre mani,
tortore che non si sa mai
quando si azzuffino o facciano l’amore

parlano fitto fitto senza studiare gli occhi
a tutte queste decadenze donate alla notte
quando avrebbero invece bisogno di riposo,
guardare il vento alzarsi e non vederlo più

o non parlare affatto, osservare la mietitura
implorando un copione commovente e bello,
donne dal presente enorme
da ritornar bambino chi non è mai stato
con una semplicità simile all’amore,

ultima menzogna
detta a fin di bene

Annunci

4 thoughts on “decadenze

  1. Siamo abituati alle menzogne e alla decadenza da non farci più caso, purtroppo!
    Gli animali, loro si che sanno vivere, senza pensieri oltre a cercar cibo ed ad accoppiarsi, senza bugie, senza doppi sensi: in ordine, cibo e riprodursi.
    Noi no, complicati anche nelle cose semplici da stravolgerne gli eventi.
    Così l’ho interpretata.
    Un sorriso
    Chiara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...