soccorso antropologico

poeta, per essere ricordato
minimo

devi essere già morto
ma mai uscito di casa,
avere fatto outing su qualcosa
più scabroso è stato meglio è,

esserti lasciato maneggiare
palpare da chi di dovere,
avere fatto l’ussaro sul tetto
e calati i pantaloni,

cose forti
da non fare
a scuola o in biblioteca,
servono soldatini

non servono poeti
superati dalla follia della storia,
accetta supino il dolore
nessuno ti ricorderà, poeta

Annunci

2 thoughts on “soccorso antropologico

  1. Beh, insomma… Questo vale per la maggioranza di merda che compone questa società, almeno in Italia. Ed è da un pezzo, che va così.
    Però, se è vero che noi scriviamo per tutti, senza isolarci in stupide torri d’avorio, di ciò che di noi pensa tale maggioranza, non ce ne può “frega’ de meno”: alla fine, se lavoriamo seriamente, scriviamo per chi ha cuore, anima e sensi al posto giusto.
    Vedrai che qualcuno ci ricorderà, sì.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...