d’organza e armonia

Da quali strane creature
ho affittato la sera!
Sale di stelle
e gioie di pregio
fino a notte fonda
senza festività da abolire.

Una sorta di diva etrusca
creduta morta,
la sposa è bellissima
col suo strascico sottile
d’organza e armonia.

Fa caso ai notturni
perfetti per dire,
la luna
non suona a orecchio,
al fare penserai domani.

Annunci

4 thoughts on “d’organza e armonia

  1. già la luna suona sempre a spartito : declama e fuoriesce di note tra i sogni e le virtù del giorno. Una poesia intensa che emoziona per la sua capacità di essere visione, una pittura che sa avvolgere e trascinare. La chiave di lettura è sicuramente personale (almeno così mi pare), ma è indubbia e bellissima l’atmosfera di consapevole rappresentazione.
    Penserai : ma che cosa ha detto?
    Forse nulla, ma ti assicuro che l’intensità della scrittura è tale che non serve per forza entrare, mi basta “ascoltare”. Grazie Flavio, ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...