sulla battigia

Il ristorante è italiano
unto lo spartito,
menù fisso senza vino
compreso il caffè,
un liquore alla ciliegia
fatto riposare dal titolare
nei giorni di franchigia.

Ragazzino, sulla battigia
non mi facevo domande,
restavo sui gomiti a cuocere
nell’unica giornata di vento
sulla spiaggia libera sporca,
pulitissima quella privata
un piacere fumarci
gettando la cenere.

Ho scritto parole d’amore
con una penna corta di fiato.
Le chiavi della macchina,
non so perché,
ma si lasciano rintracciare
al secondo tentativo
e la pizza era cotta male.

Annunci

5 thoughts on “sulla battigia

  1. A volte i ricordi son duri da digerire, a volte sono come i granelli di sabbia cambiano aspetto al primo vento di scirocco.
    Io andavo alla spiaggia privata, mi nonno pagava per l’intera stagione, eravamo fortunati.
    Qui da me il menu fisso comprende il vino, altrimenti non vado. Un solo bicchiere, ma buono.
    Un sorriso da mare e da monti
    Chiara

  2. Mi pare poco, ma te lo dico lo stesso: mi piace molto il modo in cui disponi oggetti e cose semplici e quotidiane come tratteggi di un ritratto impeccabile di un sentimento. Sticazzi pure questo 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...