prendi un’altra pala, ragazzo

Libertà non è qualcosa cui appellarsi se le cose vanno male o fanno orrore più del solito.
I miasmi di questo mondo degli Zero Virgola ci impestano, li abbiamo inventati noi. La crisi ci abrade e allora non più sazi ci ricordiamo che esiste la Libertà.
C’è chi è morto perché potessi scrivere liberamente le mie cazzate su questo blog.
Arriva il settantesimo Venticinque Aprile dal giorno in cui ci hanno detto di essere liberi. Non diamolo per scontato, stiamo svegli e ogni giorno inventiamoci Partigiani di noi stessi per la civlltà, che non è questa.
Prendi un’altra pala ragazzo, lavora di buona lena, costruisci il tuo futuro, subito, nel presente.

Annunci

4 thoughts on “prendi un’altra pala, ragazzo

  1. È difficile commentare oggi la libertà di allora.
    Si è costruito poco e molto si è distrutto in nome di questa libertà.
    Comunque, predi un’ altra pala ragazzo.
    Bellissima. Buon venticinque aprile.
    Un sorriso
    Chiara

  2. Concordo e sottoscrivo Flavio. Mi viene in mente la lirica “Canto degli ultimi partigiani “di Franco Fortini. Dapprima lo sguardo è rivolto ai cadaveri dei partigiani, abbandonati dopo essere stati giustiziati, in seguito le parole del poeta richiamano il lettore a continuare la lotta per difendere i valori della giustizia e della libertà.
    inventiamoci Partigiani di noi stessi per la civlltà…
    Occorre, però, una cultura che protegga dalle sofferenze , che le combatta e le elimini come dice Vittorini.
    Grazie Flavio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...